valeria-world
Sono distrutta.
Dalla scuola.
Dagli amici.
Dai miei genitori.
Da tutte le lacrime.
Dagli incubi in cui scopro di essere sveglia.
Dall’amore non corrisposto, che non può nemmeno essere chiamato amore.
Dalle cicatrici che non scompariranno mai.
Dai miei complessi.
Dalle voci nella mia testa.
Dalle paure.
Dalla società.
Dalle persone.
Dal mio carattere di merda.
Da te.
Che non mi guardi mai.
Da me.
Che mi sto autodistruggendo.
chiedoaiutosottovoce (via valeria-world)